24 MARZO 2019 GIORNATA EUROPEA DEL GELATO ARTIGIANALE

La settima Giornata Europea del Gelato Artigianale (è stata istituzionalizzata dal Parlamento Europeo nel 2012) cade, come consuetudine il 24 marzo di ogni anno.

Locandina_A4-ITA_-_jpg

Lo stimolo concreto di questa giornata è, soprattutto, appannaggio dei gelatieri italiani sia operanti sul nostro territorio, sia operanti in Europa. Come ho avuto modo di rilevare in altre occasioni, solo un terzo dei Paesi aderenti all’Unione Europea promuove questa manifestazione e, all’interno di questi Paesi, sono le realtà associazionistiche che pianificano gli eventi (perché di pluralità di eventi si tratta); c’è il Patrocinio di Fiere importanti, ma l’interazione con i gelatieri non è praticabile da alcun Ente Fiera. Lo stesso discorso vale per le aziende e associazioni sponsor della manifestazione che informano i propri clienti e/o associati, attraverso tutti i canali possibili, dell’importanza di partecipare.

Quest’anno il gusto scelto (toccava all’Italia) è il Tiramisù, famoso dolce al cucchiaio oggetto di lunga disputa fra le regioni Veneto e Friuli-Venezia Giulia. A questo proposito, il Ministero delle Politiche Agricole ha inserito il 29 luglio 2017 il Tiramisù “friulano – giuliano” nelle liste P.A.T. (Prodotti Agroalimentari Tradizionali) con buona pace del Veneto, anche se la “battaglia” non sembra ancora finita. Le origini del Tiramisù sono abbastanza recenti (meno di cinquant’anni, anche se l’Accademia del Tiramisù

logo-footer-300x85

data le sue origini a Treviso fra il ‘700 e ‘800) e sono riferite, principalmente, a cucine d’alberghi e ristoranti dell’area nord-est Italiana. La fama del dolce si sviluppa velocemente non solo in Italia ma in tutto il mondo (quante storpiature leggiamo nei menù di locali pubblici di ogni continente). Oggi c’è un evento, il Tiramisù World Cup che, quest’anno, si svolgerà a Treviso dall’1al 3 novembre 2019. Il 21 marzo c’è il Tiramisù Day (FICO Eataly Word di Bologna) e via così.

tiramisù 3

Gli ingredienti fondamentali del Tiramisù (dolce al cucchiaio) sono savoiardi, impregnati nel caffè e sommersi da una crema a base di mascarpone, uova e zucchero. Si spolverizza, poi, con cacao in polvere.

Ricetta-Tiramisù-classica _1

I gelatieri, che hanno la grande capacità di trasformare “qualsiasi ingrediente/cibo” in gelato, hanno realizzato il gusto Tiramisù ormai da tanti anni, per cui, quando si è trattato di cimentarsi per produrre il “miglior” Tiramisù per la Giornata Europea del Gelato Artigianale, non sono mancate ottime esecuzioni, secondo i propri gusti e secondo le proprie tradizioni e origini.

La competizione, Gelato Tiramisù Italian Cup, si è svolta alla MIG di Longarone lo scorso dicembre e ad aggiudicarsi questo “onore” è stato Thomas Infanti, gelatiere ventunenne di Selvazzano Dentro (PD). Sopra la versione classica, qui sotto la versione con liquore marsala.

Ricetta-Tiramisù-con-marsala_1

È da qualche tempo che segnalo alcuni suggerimenti, per la Giornata, che potrebbero essere oggetto di riflessione.

La prima idea (non in ordine d’importanza) è quella di coinvolgere le aziende di ingredienti composti, oltre a quelle di attrezzature e macchine. Ho accennato, in precedenti occasioni, alla necessità di cedere un po’ di sovranità nell’organizzazione, pur con il dovuto rispetto delle associazioni di gelatieri, lasciando che ogni azienda elabori un proprio gusto anche complessivo, vale a dire composto di più ingredienti, topping, decorazioni, etc. per la Giornata e si attivi, attraverso la propria organizzazione, affinché i propri clienti producano questi (innumerevoli) gusti, personalizzandoli come sanno fare benissimo.

La seconda proposta è di “allungare” la Giornata Europea del Gelato Artigianale a un mese, come succede negli Stati Uniti per l’”Ice cream Mount”, che è a luglio.

Nel nostro caso si potrebbe partire, all’incirca, dal 24 febbraio di ogni anno, per arrivare al 24 marzo celebrando la fine del mese del Gelato Artigianale, appunto con la Giornata istituita dal Parlamento Europeo.

È bene ricordare che le giornate intestate a prodotti tipici sono innumerevoli (Nutella, Carbonara, Tiramisù, Crepe, etc.), e la sottolineatura dell’imprimatur del Parlamento Europeo è apprezzabile solo dagli addetti ai lavori e non certo dai consumatori, se poi consideriamo l’ondata di “sovranismo”, la bollinatura dell’Europa, potrebbe rivelarsi quasi controproducente. A parte la battuta, la macchina organizzativa delle aziende di settore, se l’arco temporale dell’impegno è un mese (non dimentichiamo che saremmo all’inizio di primavera e dopo la ricorrenza di San Valentino), potrebbe veramente rivelarsi un miglioramento non indifferente rispetto alla situazione attuale.

La terza idea riguarda il merchandising per le aziende sponsor, oltre a bicchierini, locandine, etc. occorrono magliette, sacchetti, berrettini, etc. oltre al logo della Giornata, tutti i gadget sarebbero ben visibili anche i marchi di ogni azienda che partecipa direttamente, (e non che sponsorizza semplicemente, delegando il “fine” di spesa).

Il discorso dei media sarebbe molto più coinvolgente, non dimentichiamo che le uscite sono, principalmente, bimestrali, quindi, a inizio marzo, la seconda pubblicazione dopo il Sigep, avrebbe, molto probabilmente, più contenuti se le aziende inserzioniste fossero coinvolte in un progetto mensile.

Come si usa dire: ci si può pensare?

Nota: Il video è pubblicato con una migliore risoluzione all’indirizzo: https://youtu.be/bXyYdKzqANQ