Host 2017 Milano

Archiviato Host 2015 senza grossi contributi da parte di EXPO, l’edizione appena conclusa, il numero quaranta, segna un buon andamento dei settori interessati.

Host ha suddiviso l’evento in tre macroaree: Foodservice Equipment, Bread, Pizza, Pasta, prima macro area con uno spazio espositivo dedicato che rappresenta il 47% del totale.

Seconda macroarea che comprende sia Coffee, Tea, Bar, Coffe machines, Vending per il 27% dello spazio espositivo, sia Gelato, Pastry, Coffee per il 13%. La terza macroarea include Furniture, Technology, Tableware su una superficie che rappresenta il13% del totale. Host indica il “peso” della prima macroarea nel 43,4% delle aziende, la seconda macroarea nel 37,5% e la terza nel 19,1%.

Riguardo al nostro settore, mentre il Gelato e Pastry (Coffe in parte) rappresentano il 13% dello spazio espositivo, il numero degli espositori nei padiglioni dedicati rappresenta l’8,5% del totale (esclusi gli espositori Coffee presenti negli stessi padiglioni).

I visitatori totali sono stati circa 187600 con un incremento in dieci anni (cinque edizioni) di circa il 50%. I visitatori esteri sono stati circa 72700 provenienti da 177 Paesi e, in dieci anni, l’incremento è stato del 120%, (vedi grafico 1).

 

 

Il dato rilevante è che in questa edizione il numero dei visitatori italiani incrementa del 28% rispetto al 2015.

Le Nazioni di provenienza dei visitatori esteri aumentano del 26% dal 2009.

Se analizziamo separatamente i visitatori italiani ed esteri, scopriamo che il rapporto fra loro nelle ultime tre edizioni è pressoché costante: per ogni 100 visitatori italiani, ce ne sono altrettanti 60 esteri [gli esteri sono circa il 63% degli italiani, a parte l’edizione del 2015 (effetto EXPO?) dove il dato era 66%, quasi raddoppiando il valore rispetto al 2009], (vedi grafico 2).

L’andamento degli espositori è in linea con l’andamento dei visitatori; nel corso degli ultimi dieci anni, + 50% Totali, + 117% Esteri, +25% Italiani. %. I Paesi di provenienza degli espositori esteri, in cinque edizioni, sono aumentati del 27%. Le New entry quest’anno sono Ucraina, Uganda, Egitto, Sudafrica e Nuova Zelanda.

I cosiddetti Buyer sono stati circa 1500 con una distribuzione per 80 Paesi. Host indica la parte più “corposa” dei Buyer proveniente dall’America settentrionale con il 23%, Asia e Oceania con il 19%, Medio Oriente con il 15%. Parlando con alcuni espositori del Settore Gelato e Pasticceria, si hanno conferme su questi ordini di grandezza, forse con l’Estremo Oriente più presente. È bene aggiungere, a conforto dei numeri, che il Prodotto Interno Lordo dell’Asia Oceania è circa tre volte il Prodotto Interno Lordo dell’Europa.

Uno studio della FIPE riguardante il 2016 indica il valore dei consumi “fuori casa” intorno ai 76 milioni di €, in crescita rispetto al 2012 del 4,6%, confermando il trend di leggera crescita. La percentuale dei consumi alimentari “fuori casa” è del 35% (superiore alla media europea a 28), contro il 36% delle Americhe, il 32% dell’Asia, il 5% del Medio Oriente e Africa. Sono queste ultime aree che indicano i maggiori margini di crescita, ovviamente a lungo termine, viste le situazioni attuali.

Il nostro settore, in ogni caso, ben rappresentato riflette la filosofia di Host, vale a dire una fiera essenzialmente per Distributori, per Business d’impatto. La gelateria, in se, pur rientrando nel progetto d’impresa, ha una valenza individuale, commerciale, artigianale e, comunque, a gestione ristretta, fatto salvo il concetto di catene, che, in fiere come Host potrebbe avere un senso, (a Fiera Milano è schedulata un’apposita fiera del Franchising).

Certo, ci sono anche clienti finali e, soprattutto, potenziali clienti che hanno attività in settori affini quali caffè, ristorazione, etc. che visitano i padiglioni Gelato/Pastry per conoscere e valutare possibilità di allargare l’offerta in tempi di concorrenza sfrenata.

Dei cinquecento eventi organizzati complessivamente, quelli riguardanti il gelato sono stati organizzati da Aziende, Testate di settore, etc., le innumerevoli associazioni organizzano in altri luoghi concorsi, seminari, dibattiti, anche perché, come detto, questa è una fiera per le aziende di settore, un po’ meno per gli utenti finali. Quando Host si chiamava “Expo de Milan”, era quasi il contrario, ma parliamo di alcuni mondi fa, oggi occorre guardare al futuro.

Prossimo appuntamento 18/22 ottobre 2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.